SIDS

Sudden Infant Death Syndrome

La Sids è conosciuta più comunemente come “sindrome della morte in culla”

SIDS è il termine medico con il quale viene indicato il decesso improvviso ed inaspettato di un lattante apparentemente sano, la cui morte rimane inspiegata anche dopo aver effettuato un’autopsia post-mortem. Secondo recenti statistiche, questa patologia ha un tasso di incidenza maggiore nei bambini di età compresa tra il primo mese e l’anno di vita: per questa ragione, la prevenzione SIDS è fondamentale per evitare di esporre il neonato a fattori che potrebbero favorirne il verificarsi.

sids_2

Cos’è la Sids

Nel nostro Paese solo lo 0.5% dei neonati – ovvero circa 250 casi ogni anno – muore per SIDS. I mesi a rischio più elevato sono soprattutto il secondo, il terzo e il quarto; mentre con un tasso di incidenza minore sono i decessi per SIDS dopo i 6 mesi di vita e una rarità dopo il compimento dell primo anno. Nonostante le statistiche registrino un calo dei casi si SIDS, questa patologia rimane la prima causa di morte nei bambini nati sani.

Una delle principali spiegazioni di questo dato è da ricercare nell’assenza di sintomi nel piccolo paziente: infatti, nonostante il bambino non presenti alcun tipo di malessere, la frequenza dei battiti cardiaci diminuisce progressivamente fino al decesso. Nonostante ciò, è possibile consultare un medico pediatra esperto del settore per comprendere le norme comportamentali più idonee da assumere per la prevenzione.

Il Dottor Tagliabue, primario del reparto di neonatologia dell’ospedale di Monza dal 2000 a oggi, grazie alla sua esperienza in ambito medico, saprà prendersi cura di tuo figlio attraverso consulenze presso il suo studio privato.

sids_3

Sids cause: fattori a cui prestare attenzione

Nonostante i grandi passi avanti della medicina diagnostica, non è ancora stata individuata una causa precisa della morte per SIDS. Un dato è certo: numerose ricerche sull’argomento hanno confermato che questa patologia ha una maggiore probabilità di verificarsi in concomitanza con alcune particolari condizioni e atteggiamenti da evitare da parte di coloro che si prendono cura del bambino.

I principali comportamenti a cui prestare attenzione per prevenire la SIDS sono:

  • Evitare di far dormire il neonato in posizione prona, ovvero a pancia in giù, preferendo quella supina (a pancia in su).
  • Evitare materassi e cuscini troppo morbidi che gli facciano assumere posizioni potenzialmente pericolose per il bambino durante il sonno.
  • Preferire l’allattamento al seno, in quanto vi è evidenza che diminuisce le possibilità di morte per SIDS.
  • Utilizzare il ciuccio durante il sonno.
  • Non esporre il neonato al fumo passivo: le ricerche dimostrano che l’esposizione della madre, durante i mesi della gravidanza, al fumo passivo, triplica le possibilità di decesso per SIDS del neonato, mentre le raddoppia nel caso di esposizione durante i primi mesi di vita.
  • Non far dormire i bambini nel lettone con i genitori: può sembrare un gesto di cura e attenzione nei loro confronti, invece, le statistiche affermano che, spesso, i neonati, in queste condizioni, vengono soffocati durante il sonno dal corpo di uno dei genitori.
sids_4

Ricerche condotte da esperti americani ed europei in campo medico hanno escluso la correlazione tra vaccini e SIDS smentendo l’ipotesi secondo la quale i bambini maggiormente colpiti da questa patologia avessero un’età che coincideva con i primi vaccini (il primo e il dodicesimo mese di vita).

Per ricevere informazioni precise sulla prevenzione è possibile fare riferimento al Dottor Paolo Tagliabue che, grazie alla propria expertise maturata in anni di attività ospedaliera come primario di neonatologia, potrà fornirti tutte le informazioni in merito, accompagnando il tuo bambino durante la sua crescita.

>